Prevenzione Incendi De Dona

News


Immagine albergo Sulla Gazzetta ufficiale n.52 del 3/3/2017 è stato pubblicato il Decreto Ministerile 21 febbraio 2017, che ha per oggetto approvazione di norme tecniche di prevenzione incendi per le attività di autorimessa. Il decreto aggiorna le regole tecniche verticali (RTV) del DM 3/8/2015 (codice della prevenzione incendi) con il nuovo paragrafo V.6. Le nuove norme si possono applicare, in alternativa al DM 1/2/1986, a tutte le strutture individuate con il numero 75 del DPR 151/11 (autorimesse pubbliche e private, parcheggi pluriplano e meccanizzati di superficie complessiva coperta superiore a 300 m2; locali adibiti al ricovero di natanti ed aeromobili di superficie superiore a 500 m2; depositi di mezzi rotabili (treni, tram ecc.) di superficie coperta superiore a 1.000 m2) esistenti o di nuova costruzione.

9/3/2017-09:46


Immagine albergo Continua l'aggiornamento del "Codice della prevenzione incendi" che si arricchisce di una nuova regola tecnica verticale (RTV). Sulla Gazzetta Ufficiale n. 196 del 23 agosto 2016 è stato pubblicato il DM 9 agosto 2016 che ha per oggetto Approvazione di norme tecniche di prevenzione incendi per le attivita' ricettive turistico-alberghiere, ai sensi dell'articolo 15 del decreto legislativo 8 marzo 2006, n. 139. Tale decreto aggiorna il DM 3 agosto 2015 (codice della prevenzione incendi) inserendo al paragrafo V.5 la nuova RTV. Le nuove norme si possono applicare, in alternativa al DM 9 aprile 1994 e DM 14 luglio 2015, alle attività turistico-alberghiere (punto 66 dell’Allegato I del DPR 151/2011) esistenti alla data di entrata in vigore del presente decreto e a quelle di nuova realizzazione ad esclusione delle strutture turistico - ricettive all'aria aperta e dei rifugi alpini.

31/8/2016-08:07


Immagine di campeggio Sulla Gazzetta Ufficiale n. 145 del 23 giugno 2016 è stato pubblicato il DM 8 giugno 2016 che ha per oggetto Approvazione di norme tecniche di prevenzione incendi per le attivita' di ufficio, ai sensi dell'articolo 15 del decreto legislativo 8 marzo 2006, n. 139. Tale decreto aggiorna il DM 3 agosto 2015 (codice della prevenzione incendi) inserendo al paragrafo V.4 la nuova RTV (regola tecnica verticale) per gli uffici. Le nuove norme si possono applicare, in alternativa al DM 22 febbraio 2006, ad edifici o locali adibiti ad uffici con oltre 300 persone presenti (punto 71 dell’Allegato I del DPR 151/2011) esistenti alla data di entrata in vigore del presente decreto e a quelli di nuova realizzazione.

1/7/2016-11:45


Immagine di campeggio Sulla Gazzetta Ufficiale n. 121 del 25 maggio 2016 è stato pubblicato dal Ministero dell'Interno di concerto con il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, il DM 12 maggio 2016 avente per oggetto: prescrizioni per l'attuazione, con scadenze differenziate, delle vigenti normative in materia di prevenzione degli incendi per l'edilizia scolastica. Dal DM si evince che gli edifici scolastici devono essere adeguati ai requisiti di sicurezza antincendio previsti dal DM 26 agosto 1992, secondo uno scadenziario in relazione all'anno di costruzione dell'immobile che ospita l'istituto:
Tutti gli edifici scolastici esistenti al 26 maggio 2016 si devono adeguare ai punti 7.0 - 8 - 9.2 - 10 - 12 del DM 26 agosto 1992 entro il 26 agosto 2016.
Gli edifici scolastici realizzati in data preesistente all'entrata in vigore del DM 18 dicembre 1975 si devono adeguare ai punti 2.4 - 3.1 - 5 (5.5 larghezza totale riferita al solo piano di massimo affollamento) - 6.1 - 6.2 - 6.3.0 - 6.4 - 6.5 - 6.6 - 7.1 - 9.1 - 9.3 entro il 26 novembre 2016.
Gli edifici scolastici realizzati in data compresa tra l'entrata in vigore del DM 18 dicembre 1975 e del DM 26 agosto 92 si devono adeguare ai punti 2.4 - 3 - 4 - 5 - 6.1 - 6.2 - 6.3 - 6.4 - 6.5 - 6.6 - 7.1 - 9.1 - 9.3 entro il 26 novembre 2016.
Le scuole realizzate in data successiva all'entrata in vigore del DM 26/8/92 (17/9/1992) si devono adeguare a tutte le misure entro il 26 novembre 2016.
Il termine ultimo per l'adeguamento di tutti gli edifici scolastici è fissato al 31 dicembre 2016.

30/5/2016-12:59


Il Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile Direzione Centrale per la Prevenzione e sicurezza tecnica ha pubblicato il chiarimento prot. 6251 del 15 maggio 2016 avente ad oggetto "Allegato I - att. N. 18: Esercizi di vendita di artifici pirotecnici declassificati in libera vendita con quantitativi complessivi in vendita e/o deposito superioria 500 Kg comprensivi di imballaggi".
Nel chiarimento si precisa che, a seguito dell'emanazione del D.Lgs 58/2010, tutti i prodotti esplodenti risultano classificati, pertanto non è più possibile far riferimento ad artifici pirotecnici declassificati. Gli articoli pirotecnici in libera vendita possono attualmente corrispondere alle tipologie indicate dal DM 4 giugno 2014.

30/5/2016-12:56

...
per consultare tutte le news occorre essere connessi se già registrati.



Commenti e segnalazioni:


Copyright 2014 - ing. Giovanni De Dona

Privacy

Note legali

Accessibilità